Post

Visualizzazione dei post da Luglio, 2013

ESTIVO

Ricapitolando: due anni fa all'inizio di agosto partivo con la mia panciotta di quasi sette mesi per andare in montagna. In val di Fassa, a Canazei, Hotel Fiordaliso.
Una meraviglia.

L'anno scorso a fine giugno andavamo, in due, al mare. In Toscana, a Torre del Lago. e a Genova, all'acquario, a inizio agosto.
Una scoperta.

Quest'anno, a ferragosto o poco meno, andremo in due al lago. In alto Lazio, sul lago di Bolsena...
la novità.

Ma l'anno prossimo montagna, di nuovo: la nostalgia mi prende alla gola...

appunti di post sparsi

Ho briciole di idee per i post, tutte emerse stamattina dai resti della colazione. Se non ne prendo nota, andranno perse come avanzi non considerati.
Ecco dunque.
Il piccoletto cresce a vista d'occhio, e si prepara per una adolescenza di notti dalle ore piccole e dagli spuntini agli orari più inverecondi: stamattina, dopo il consueto biberon di latte, è andato a casa dei nonni, ha aperto il frigo, trovato gli avanzi del suo pranzo di ieri (preparato da me: bistecca al burro già tagliata a bocconcini, e fusilli con zucchine), preso il piatto e spazzolato tutto quello che conteneva, senza batttere ciglio. La fame è fame.

I mobili: quando ero ragazzina, imbottita di immagini delle riviste chic di arredamento (il fatto che stessi per scrivere abbigliamento è un interessante lapsus), ero convinta che ciascuno scegliesse come e con cosa arredare la sua casa. Come se la casa fosse una sorta di tela bianca imbrattata dai colori e dagli stili della tua personalissima tavolozza del gusto.
N…

chiacchiere da bar

Anzi, da edicola.
Sono per tradizione una frequentatrice delle edicole.
Viaggio molto, sono pendolare per lavoro, e trasfertista per disponibilità (sia pure estremamente parziale). E dunque è normale, io credo, che io abbia dimestichezza con edicole ed edicolanti.
Addirittura, credo che la mia disinvoltura nel frequentare questi negozi in miniatura strabordanti di oggetti del desiderio, fumetti colorati, settimane enigmistiche, riviste, giornali e perfino libri, nasca dall'infanzia, quando andavamo a passare l'estate in campagna dagli zii e vicino ai nonni, e la Noris (l'edicolante) ci permetteva di consultare i fumetti e guardarli e sfogliarli con calma, sapendo bene che alla fine li avremmo comprati con i soldi dati da mamma e papà per i giornalini, appunto.

Ma sto divagando.

Dicevo, sono per tradizione una frequentatrice delle edicole. Ma se spendessi tutto quello che potenzialmente vorrei spendere in edicola, lo stipendio durerebbe poco o niente. Così ho di recnte pres…

le mie piante

Non so come, ma mi ritrovo sempre a prendermi cura delle piante, di casa e non. E anche ora, nonostante il mio pollice quasi nero, ho di nuovo piante da curare e fiori da trattar bene...
Ecco dunque ora la disposizione dei vasi in casa e fuori

In casa:
uno spataphillium che faceva fiori viola (ora non so, non è più fiorito) e che a quanto pare bivacca rigoglioso in cucina, di fianco alla lampada
un'orchidea omaggio dei miei genitori per un qualche compleanno, immemori del fatto che io non amo particolarmente le orchidee... Ora si è comodamente sistemata dentro un cestino oblungo, tenuta sollevata da una manciata di noci, dopo aver cappottato più volte per colpa del vaso leggero e delle foglie immense e pesanti. Anche qui, per ora, niente fiori (ma radici e foglie verdi e rigogliose)

sul pianerottolo, residuo della vita familiare con mio fratello:
un tronchetto della felicità - anzi, una dracena fragrans (costola del tronchetto principale, che mio fratello ha trasferito insieme ai mob…

Camminare

Dunque: è partita anche da noi l'iniziativa del "camminare tutti insieme". A seconda dei luoghi, si chiama in modi diversi: ma sempre nel nome si trova il nome della città e qualcosa che fa riferimento al cammino, camminare, passi e simili.
Primo appuntamento, la scorsa settimana: 260 persone di tutte le età a marciare insieme per far passare il tempo, fare un po' di attività fisica, chiacchierare e riscoprire i dintorni di casa "non da soli". Io mi sono aggregata arrivando (tardissimo) direttamente dall'ufficio. E ho marciato per pochi passi, a confronto: il percorso ufficiale era di circa 5 km, io ne ho percorsi la metà.
Oggi ho visto il programma - percorso per venerdì sera (dalle nove in poi)... sono di nuovo circa 5 km, a passo sostenuto, che percorro necessariamente prima di cena, visti i miei improbabili orari.
Se riesco a tenere il ritmo, non avrò più bisogno di fare ginnastica per dimagrire... op op op

novità

prima novità: ho deciso la meta estiva.
Si porta dietro un sacco di organizzazione, ma anche l'idea che sarà un "buon tempo". Sarà in un luogo non conosciuto (e quindi mi attira), con gente che mi piace (e quindi spero andrà bene) che ha voglia di passare del tempo con noi due (e questa è la miglior garanzia di buon tempo).
Certo, significa purtroppo saltare la festa di ferragosto, quella che ormai da anni è un appuntamento immancabile della mezza estate. Proverò a recuperare in altro modo: del resto quest'anno abbiamo anche saltato la cena ai rioni con le amiche storiche, probabilmente è segno di un tempo che sta cambiando.

E se il tempo sta davvero cambiando, sarò in grado di essere resiliente?

e' arrivata l'estate

Il caldo è caldoso, ma non troppo. Le giornate si dipanano senza troppa ansia, la testa starebbe volentieri al mare.
Siamo al secondo semestre di questo affannato e affannoso 2013, e mi chiedo cosa ne sia stato del primo.
La vita del quasi duenne scandisce i miei ritmi e i miei tempi, che ormai si misurano in "quanto ci vuole per prepararlo a questo", "in quante settimane riuscirò a fargli accettare quell'altro" (ora il dilemma e la forza di volontà vanno tutte concentrate sul definitivo abbandono dell'allattamento, ed è complicato. molto).
Ogni tanto ricevo piacevoli conferme, e ottimi lavori di cui sono fiera.
Compro libri - sempre meno, a dire il vero. Scrivo - un po' di più di prima.
Mi accorgo che i miei pensieri non divagano, accidenti a loro: sono spesso ancorati al quotidiano e al pratico, come mai prima d'oggi.
Osservo meravigliata e sorridente bellissime foto scattate sabato a Ivrea, e medito di farne ingrandimenti da appendere a casa.