Non scriverò più dei miei sogni, che affollano le mattine tra un richiamo infantile e il suono della sveglia, in quella specie di limbo nel quale non capisco mai se è davvero il subconscio che comunica o se sono io che sto già cominciando a "lavorare" e trasformo i pensieri in sogni perchè siano appena un pochino più lievi da sopportare...

Scriverò di profumi invece. Dopo un paio d'anni di refrattarietà agli aromi di qualsivoglia genere (ma complessivamente contenuti nelle boccette che si trovano nei negozi specializzati) finalmente sono tornata a tollerare i profumi.
E mi sono precipitata a comprarne uno, prima che mi passasse di nuovo la voglia.
Ho un profumo "caldo", invernale, che uso quando voglio sentirmi bella ed elegante: è Miss Dior Chèrie. Ma non fa abbastanza freddo, non è abbastanza inverno per quello.
A Roma, sotto il diluvio torrenziale dei giorni scorsi, ho trovato un profumo agrumato, leggero, che sa di pulito e di fresco:una acqua di colonia alla verbena.

Promosso a pieno titolo, per ora.
E poi ho comprato un rossetto lucido, morbido, con la matita coordinata, da tenere sempre in tasca che "non si sa mai": un "rouge shine", il numero 36

Oggi ho aggiunto una borsa rosso bordeaux, grande, una specie di cartella che possa contenere tutte le cose che mi servono quando vado in giro, per lavoro o no (ombrello, agenda, portafogli, tablet, telefono, caricabatterie vari, micro trousse da trucco, qualcosa - blocco note, ultimo gadget realizzato, varie - i biglietti da visita, fazzoletti acqua ... ).

La sensazione è che io sia di nuovo pronta a muovermi ...

Commenti

Renata_ontanoverde ha detto…
ottima scelta la verbena è rilassante e rasserenante, un ottimo anti-stress! Dior poi ha un tocco magico per le essenze...
;D

Post popolari in questo blog

di giornate bellissime e del perchè non durano

già tempo di bilanci? no, direi di no

torino, mia bella