Bilanci in pillole

  • Imparare a non procrastinare potrebbe essere il compito della prossima vita. Ma siccome non sono per la reincarnazione, direi che è il caso di applicarmi per impararlo ora. La metto come priorità dell'estate
     
  • Tra le cose che ho imparato invece c'è l'essere impermeabile a quei commenti e quelle critiche che arrivano da chi non è sereno. Il fatto che certe volte io debba lasciarmi scivolare addosso i commenti di mio padre è tutto esercizio che fortifica il carattere. 
  • Sono intrinsecamente pigra: mi accorgo che è una difesa, per non farmi sopraffare dalla sensazione di inadeguatezza. Ma in fondo alimento solo un circolo vizioso, dal quale in effetti potrebbe essere buona cosa tentare di uscire.
  • E' facile comprendere come sto davvero: il peso è la misura del mio disagio (ogni volta che sono sotto stress, quando accumulo energie che non riesco a sfogare, quando sono scontenta di come sta andando il mio approccio alla vita, ingrasso).
  • Devo, assolutamente devo, inventarmi un abigliamento adeguato per il matrimonito del 19 luglio.. e non so come fare. Suggerimenti???
  • Non riesco a venire a patti con il mio aspetto di persona decisamente adulta. Nella testa, ho almeno dieci anni di meno e svariati chili di meno, oltre che capelli meno grigi. E invece la chiave per un cambiamento positivo è quella di osservarsi per davvero allo spechio , nel 2014.

  • Questi ultimi tre anni mi hanno radicalmente invecchiata, e radicalmente esposta. C'è poco da fare, non ho più tempo nè energie, e per questo tiro diritto per la mia strada senza perdere tempo. non posso, non ho riserve né scorte. 

Non parlo più, e non è bene.

Commenti

Post popolari in questo blog

di giornate bellissime e del perchè non durano

già tempo di bilanci? no, direi di no

torino, mia bella