Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2015

servono pillole di bellezza

Non sto a ripetermi: come ogni anno, sono in piena frenesia pre - fiera.
E sono talmente presa, che quest'anno sono qui che non mi preoccupo nemmeno di cosa indosserò pr la cena di gala. E dovrei, eccome se dovrei.

Però insomma, oggi è una giornata così bella che ho pensato di meritare un momento tutto per me. Così in pausa pranzo sono scappata fino al lungomare, e ho preso un dolcetto e un caffè respirando l'aria salmastra, riempiendomi gli occhi di colore. Anche di rosa carico, visto il posto dove ho preso il caffé, ma insomma... non si può avere tutto.

Osservando le nuvole bianche e spumose che interrompevano il cielo azzurro ho deciso che ogni giorno devo trovare un pezzetto di bellezza, e fermarmi ad osservarla. E prendere atto di cosa per me è bello, ed esserne convinta. Che sia fisico, oppure no, non importa.

Come Carlo, che oggi pomeriggio per telefono mi ha detto
"Mamma, Simone ha detto che la campagna è brutta. 
Perchè ha detto che la campagna è brutta? Non è vero…

Primo Levi e il 'mio' Sistema Periodico

Ci sono cose che accadono sempre uguali, nella mia vita. Sensazioni che percorrono i mesi e si ripresentano puntuali, un anno dopo l'altro.
Ottobre è il mese degli incontri, dell'affanno e delle corse verso la chiusura d'anno, delle angosce nascoste o quantomeno controllate.
Qualche volta è il mese dei viaggi belli (no, quest'anno no).
Qualche volta, ad ottobre, mi accade di aver voglia di svelarmi con qualcuno.
E - chi mi conosce da tanto lo sa - se mi si chiede cosa mi piace, chi mi piace, chi leggerei all'infinito, ecco, rispondo sempre e senza alcuna esitazione Primo Levi.
Non necessariamente il Primo Levi della deportazione, o del viaggio per rientrare a casa, no. Il Primo Levi che mi appassiona più di ogni altro è quello dei racconti, che tessono la trama della vita in modo episodico.
Il sistema periodico è uno dei miei libri prediletti in assoluto, forse "il" libro che mi definisce di più.

Ma - come quando ti sveli troppo, o troppo presto, o con l…