Primo Levi e il 'mio' Sistema Periodico

Ci sono cose che accadono sempre uguali, nella mia vita. Sensazioni che percorrono i mesi e si ripresentano puntuali, un anno dopo l'altro.
Ottobre è il mese degli incontri, dell'affanno e delle corse verso la chiusura d'anno, delle angosce nascoste o quantomeno controllate.
Qualche volta è il mese dei viaggi belli (no, quest'anno no).
Qualche volta, ad ottobre, mi accade di aver voglia di svelarmi con qualcuno.
E - chi mi conosce da tanto lo sa - se mi si chiede cosa mi piace, chi mi piace, chi leggerei all'infinito, ecco, rispondo sempre e senza alcuna esitazione Primo Levi.
Non necessariamente il Primo Levi della deportazione, o del viaggio per rientrare a casa, no. Il Primo Levi che mi appassiona più di ogni altro è quello dei racconti, che tessono la trama della vita in modo episodico.
Il sistema periodico è uno dei miei libri prediletti in assoluto, forse "il" libro che mi definisce di più.

Ma - come quando ti sveli troppo, o troppo presto, o con la persona sbagliata - ho sempre paura, dopo aver risposto al mio interlocutore, di essermi mostrata troppo, di essere troppo esposta, nuda in mezzo alle parole di quei racconti.

...Sì, l'ho fatto di nuovo...

Commenti

Post popolari in questo blog

di giornate bellissime e del perchè non durano

già tempo di bilanci? no, direi di no

torino, mia bella