avvenimenti

Bambini che crescono - e questa è una, la principale, direi.
Ferie che tardano ad arrivare - e questa è sempre la solita storia, di questi tempi.
Trappole in cui cado ogni volta - e sarebbe ora che imparassi, e invece ci casco come una pera. Solo che ogni volta che accade sono un pizzico più cinica, un pizzico più disincantata, un pizzico più disillusa. E questo non è un bene.
Smanie che mi attraversano - queste arrivano in autunno, e in estate, più o meno di questi tempi, ogni anno. E' colpa della programmazione delle vacanze? può darsi, il primo giro da sola in estate l'ho fatto esattamente di questi tempi, e sono poi arrivata - rientrata a Bardonecchia con il treno , scendendo all'alba del 6 agosto con un sacco di persone che mi salutavano dal treno e mi mandavano baci e abbracci. Quella vacanza, la prima da grande, è scolpita nella memoria, insieme a insignificanti dettagli (un compagno di casa che abitava in via Mac Mahon, a Milano, del quale non ricordo assolutamente il nome... , per dirne una). Il 6 agosto  - o meglio, nella prima settimana di agosto - mi sono sempre accadute *cose*. Di relazione, prevalentemente, direi.
Anche lo scorso anno, per dire.

Commenti

Post popolari in questo blog

di giornate bellissime e del perchè non durano

già tempo di bilanci? no, direi di no

torino, mia bella